Everything for Home Media - Recensioni | Suggerimenti per l'acquisto di | | design Notizie sulla tecnologia

CEDIA Expo 2016 Mostra Report e Photo Slideshow

0

Il CEDIA 2016 doveva essere lo spettacolo di Sonos. Questo è ciò che pensava la maggior parte dei pronostici, comunque: quei saggi giornalisti e analisti che perlustrano i comunicati stampa pre-congressi e ascoltano uccellini sussurranti per capire quale sarà la Grande Storia prima ancora che venga raccontata. Molti di loro sembravano pensare che Sonos sarebbe stata la cosa di cui noi nei media abbiamo parlato di più mentre ci riunivamo in sala stampa per litigare per le prese elettriche e sostenerci con biscotti e bottiglie d’acqua troppo piccole.

Ed era una buona ipotesi, come vanno le previsioni. Dopotutto, Sonos ha appena annunciato settimane fa che stava ufficialmente collaborando con luminari della casa intelligente come Control4, Crestron, Lutron, Savant, iPort e altri per sviluppare driver autorizzati per tutti questi sistemi. Qualsiasi altro anno, CEDIA Expo sarebbe stato ancora in alto sul brusio di contatto di quell’annuncio. Quest’anno, però? Amazon possedeva totalmente lo spettacolo con il suo ecosistema di assistenti digitali ad attivazione vocale Alexa nel modo più inaspettato.

Se ti sembra strano, considera questo: CEDIA Expo è un tipo di fiera molto specifico. Se il CES di Las Vegas può essere paragonato al Super Bowl del mondo dell’elettronica di consumo, CEDIA Expo è più simile alle Olimpiadi internazionali di matematica del nostro settore: più piccolo, più concentrato, più isolato ed esclusivo. E molto più geek. Gli installatori e gli integratori personalizzati superano di gran lunga la stampa e le probabilità di imbattersi in un civile che è lì solo per smanettare su nuovi dispositivi sono minime. È un mondo di pannelli di cablaggio strutturato e soluzioni di rete di livello aziendale, in cui è molto più probabile che i rappresentanti di Integra indichino le capacità HDBaseT dei loro nuovi ricevitori piuttosto che menzionino le loro potenze nominali e le app di streaming audio. Se un nuovo scarabocchio si collega semplicemente al muro, si accende, e offre al consumatore la sua gamma completa di capacità pronte all’uso, un tempo non aveva posto in CEDIA. E se i nuovi prodotti dello stand 2112 non funzionano bene con i nuovi prodotti dello stand 5121, le dita saranno sicuramente puntate.

CEDIA Expo 2016 Mostra Report e Photo SlideshowÈ il tipo di spettacolo in cui non vedrai mai uno smartwatch sul display, ma vedrai cose come il nuovo strumento di diagnostica e gestione remota OvrC di SnapAV per reti di livello aziendale (mostrato a destra), che consente ai rivenditori di monitorare lo stato del tuo IP -dispositivi collegati ed eseguire la manutenzione remota se necessario. È anche l’unica soluzione del genere che consente ai proprietari di monitorare le proprie reti ed eseguire la manutenzione di base.

Quindi sì, un piccolo altoparlante wireless che ospita la progenie hipster di Siri e Google Now potrebbe sembrare un po’ fuori luogo in questo ambiente, fino a quando non consideri che: 1) Alexa è disponibile su cinque dei primi dieci best seller dell’elettronica dipartimento su Amazon.com in questo momento; e 2) questo ridicolmente popolare assistente ad attivazione vocale è ora compatibile con praticamente tutto. E con tutto, intendo grandi colossi della domotica come Control4, Crestron e Lutron (così come tutti i prodotti a cui si collegano), ma anche dispositivi specifici come il sistema videocitofonico touchscreen Nucleus e la super sexy linea Haiku di Big Ass Fans di ventilatori a soffitto.

Per quanto mi faccia vomitare un po’ in bocca digitare le parole "game changer", questo nuovo matrimonio di Alexa con l’installazione personalizzata e il mercato dell’integrazione cambia in qualche modo tutto. Perché mentre Amazon ha giocato bene con le soluzioni per la casa intelligente fai-da-te per un po’ di tempo ormai, ciò che la maggior parte di questi sistemi non può fare è letteralmente controllare tutto nella tua casa. L’home theater, in particolare, è stato escluso dalla festa di attivazione vocale (certo, i singoli prodotti offrono il controllo vocale, ma quello che manca è una voce per controllarli tutti).

Ora, con i sistemi di automazione domestica come Control4 o Lutron accoppiati a Amazon Echo o Dot, il tuo rivenditore sarà in grado di scrivere macro che ti consentono di dire, ad esempio, "Alexa, guarda ESPN" e accendere automaticamente il display, accendi il tuo processore surround o ricevitore, componi tutti gli ingressi appropriati e sintonizza il tuo ricevitore satellitare o via cavo su qualunque canale sia ESPN. Guarda questo video di Alexa in funzione allo stand Lutron:

E se non hai bisogno di quel livello profondo di integrazione vocale, Amazon Echo può ancora scansionare le luci, i termostati e quant’altro collegato al tuo sistema Control4 o Lutron esistente e darti un bel controllo simile a quello di Star Trek del tuo ambiente domestico senza un po’ di input da un rivenditore o programmatore. Ho realizzato questo video in cui eseguo la configurazione di base di Echo con il mio sistema Control4, se sei interessato a vedere quanto è semplice.

Da quello che abbiamo visto allo spettacolo, l’implementazione di Crestron è un po’ più goffa, in quanto devi dire ad Alexa di dire a Crestron di parlare con i tuoi dispositivi, ad esempio "Alexa, dì a Crestron di caricare il preset Morning". Ma è ancora pulito.

Non c’è dubbio che avere microfoni sparsi per casa sarà un problema di sicurezza per alcune persone, e altri semplicemente non vorranno che il loro sistema di controllo domestico sia così facilmente accessibile a bambini o ospiti. Ma se il brusio dello spettacolo è indicativo, l’intera faccenda sarà enorme.

Se sei stanco di leggere di Alexa e vuoi solo saltare alle chicche audio, ecco qui…
Avviso di trigger: menzionerò molto Dolby Atmos, DTS:X e Auro3D nel nostro tour dei prodotti audio in mostra alla mostra di quest’anno. Tuttavia, vale anche la pena ricordare che questi formati basati su oggetti non sembravano essere così pubblicizzati come lo erano l’anno scorso, il che potrebbe significare una delle due cose: o l’industria ha accettato 5.1.2 e 7.2.4 e 9. qualunque.qualunque configurazione di altoparlanti (e tutto il resto) come la nuova norma… o semplicemente alla gente non importa. E onestamente non ho idea di quale sia più vicino alla verità.

Ad ogni modo, i sistemi di altoparlanti basati su oggetti e l’elettronica che li ha guidati allo spettacolo andavano dall’abbordabile all’ambizioso all’astronomico. Nella fascia bassa (in termini di prezzo, non di prestazioni), GoldenEar Technologies ha brillato come al solito con un altro sistema di altoparlanti per lo più invisibile, questa volta costruito attorno alle pareti interne Invisa MPX dell’azienda da $ 499,99 nella parte anteriore sinistra e destra e nella parte posteriore della stanza, un quartetto di controsoffitti Invisa HTR 7000 dal prezzo identico sopra, un SuperSat 60C da $ 799,99 appollaiato su una TV come altoparlante centrale e il nuovo SuperSub X ($ 1.249,99)fornendo tutti i bassi profondi. Tutto sommato, il sistema di altoparlanti aveva un prezzo consigliato di poco più di $ 6.000, ma sembrava un milione di dollari (va bene, forse solo poche decine di migliaia, ma hai capito). Inoltre, GoldenEar stava usando il sistema Atmos in un modo che nessun altro allo spettacolo era, almeno non per quanto ho visto (sentito). Sì, c’erano le clip attese di Transformers: Age of Extinction e così via, e il fondatore di GoldenEar Sandy Gross ha persino riprodotto il video demo di Star Wars Battlefront strizzando l’occhio al tuo sincero (sa che sono un giocatore hardcore). Ma quello che mi ha colpito di più sono stati i clip musicali a due canali (alcuni Enya, insieme a un CD Chesky non ancora pubblicato) mixati al volo per Dolby Atmos. Normalmente non sono terribilmente entusiasta della musica elaborata da DSP, ma rischio di entrare in un territorio completo di palle di formaggio qui,

CEDIA Expo 2016 Mostra Report e Photo Slideshow

Definitive Technology aveva anche un’accurata configurazione Atmos nella sua sala sonora, composta da due torri BP9080x ($ 1.749 ciascuna) nella parte anteriore e due torri BP9040 ($ 899 ciascuna) come surround, ciascuna dotata di moduli altoparlanti A90 Height ($ 499 / coppia), insieme con un centro CS9040 ($ 499). Il prezzo è piuttosto modesto come i sistemi Atmos, e la stanza non era davvero l’ambiente migliore per gli altoparlanti, ma suonava comunque abbastanza bene.

Harman Luxury Audio aveva anche una straordinaria configurazione teatrale Atmos, costruita sullo stesso processore JBL Synthesis SDP-75 utilizzato nella demo dell’anno scorso (a proposito, ora disponibile). Mentre il cinema dell’anno scorso era configurato come 13.4.11, quest’anno era 15.4.10 (con ogni canale LFE rappresentato dal sub S4S Dual da 10 pollici). In poche parole, il suono era impeccabile.

Per non pensare che fosse tutto Atmos tutto il tempo, tuttavia, alcune delle demo più impressionanti dello spettacolo erano pura felicità a due canali. Paradigm era presente con i suoi nuovi altoparlanti della serie Persona, la realizzazione dell’altoparlante Concept 4F che abbiamo visto nelle ultime fiere. Abbiamo solo potuto ascoltare l’ammiraglia Persona 9F (mostrata sotto), una bestia di altoparlanti con un quartetto di woofer attivi da 8,5 pollici, driver al berillio per le frequenze medie e alte, correzione ambientale di Anthem integrata e un fantastico prezzo di $ 17.500 ciascuno .

CEDIA Expo 2016 Mostra Report e Photo Slideshow

Anthony Grimani era anche presente allo spettacolo per presentare il nuovo diffusore Alpha da $ 32.700 della sua azienda Grimani Systems insieme al suo subwoofer Delta da $ 20.000. La demo all’aperto, proprio accanto a un’affollata food court, è stata la peggiore location demo possibile che tu possa immaginare. In effetti, ho tirato fuori il telefono, ho acceso la mia app SPL meter e ho misurato il rumore di fondo a 83 dB costanti. Eppure gli altoparlanti lo attraversano, offrendo un audio straordinariamente dinamico con alcune delle migliori immagini e dispersione che abbia mai sentito in qualsiasi luogo.

Belle immagini, grandi e piccole
In termini di video, devo ammettere che sono entrato in questo spettacolo senza aspettarmi molto interesse. La realtà sul campo era che TV e proiettori si sono pavoneggiati seriamente al CEDIA Expo 2016 e la storia era in qualche modo più interessante del semplice "Questo ha 4K e HDR". C’era molto di questo, a dire il vero, soprattutto dato che stiamo iniziando a vedere più proiettori con una risoluzione 4K nativa, piuttosto che tecnologie di spostamento dei pixel o "wobulation" che estraggono una risoluzione più efficace da quelli che sono tecnicamente chip 1080p .

Prima di arrivare a quelli, però, Epson aveva un proiettore con spostamento dei pixel nel suo stand e penso che potrebbe essere stato il display di cui si è parlato di più nell’area espositiva. Il Pro Cinema 6040 accetta l’input 4K, offre tutte le chicche attese come la protezione dalla copia HDCP 2.2 e le capacità HDR e le sue specifiche sono piuttosto impressionanti: luminosità di 2.500 lumen, rapporto di contrasto dinamico 1.000.000: 1 e una modalità anamorfica per video 2,35: 1 contenuto. Forse la cosa più scioccante, però, è il prezzo: solo $ 3.999.

Ciò lo rende una proposta molto più economica rispetto ai veri proiettori 4K presenti in fiera, come il nuovo VPL-VW675ES potenziato di Sony, che si è distinto per essere particolarmente interessante per il fatto che supporta non solo l’HDR 10, ma anche l’Hybrid Log-Gamma Standard HDR sviluppato in Giappone per le trasmissioni HDR. La vendita è prevista per $ 14.999,99 quando sarà in vendita a novembre. JVC aveva anche un proiettore 4K nativo in mostra, il DLA-RS4500 da $ 34.999, che viene fornito con un obiettivo tutto vetro da 100 mm di diametro e doppi ingressi HDMI da 18 Gbps, per non parlare di un’immagine ridicolmente sbalorditiva.

Ciò che è anche interessante è che i tre principali produttori di TV che espongono alla fiera – LG, Sony e Samsung – sono riusciti tutti ad avere una presenza molto distinta con poche sovrapposizioni, tecnologicamente parlando. Sony ovviamente stava sfoggiando i suoi nuovi display della serie Z, che differiscono dai normali TV LED/LCD retroilluminati in quanto vantano ciò che l’azienda chiama Backlight Master Drive, che porta effettivamente l’oscuramento locale a nuovi estremi nel tentativo di sfornare neri migliori e riduzione degli aloni. I display all’interno dell’area espositiva sono stati portati a livelli di luminosità solare, ovviamente, quindi era difficile dire esattamente come si sarebbero comportati in un vero soggiorno, ma quello che abbiamo visto è stato impressionante.

LG ha mostrato il suo pluripremiato OLED77G6P da $ 19.999 e se dovessi distribuire un premio per la mia foto preferita dello spettacolo, questo lo vincerebbe. I livelli di nero erano impeccabili. I colori erano perfetti. Vorrei solo potermelo permettere.

La grande novità per Samsung allo show è stata la presentazione della sua nuova tecnologia chiamata HDR+, che prende il contenuto della gamma dinamica standard e lo "converte" in livelli di contrasto e dettagli delle ombre simili all’HDR. La demo allo show consisteva in una ripresa nello spazio esterno, che ci è stato detto proveniva da un lettore Blu-ray eseguito attraverso uno splitter HDMI in due display affiancati, uno con HDR+ e uno no. La differenza era piuttosto sbalorditiva, soprattutto nel fatto che si potevano vedere le stelle in un’immagine e non nell’altra. Anche il sottile alone di atmosfera che circonda il nostro punto azzurro pallido risalta molto più chiaramente nell’immagine elaborata HDR+. Purtroppo, Samsungsta solo spingendo la tecnologia sui suoi televisori UHD del 2016 (come l’UN65KS9800 che sembra essere l’argomento della recensione in primo piano di questa settimana), quindi quelli di noi con i modelli dell’anno scorso (sto guardando me e Jerry entrambi) sono proprio per fortuna.

Vuoi vedere altre novità in esposizione a CEDIA Expo 2016? Guarda la presentazione di foto qui sotto.

Fonte di registrazione: hometheaterreview.com

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More