Everything for Home Media - Recensioni | Suggerimenti per l'acquisto di | | design Notizie sulla tecnologia

Recensione del proiettore frontale D-ILA a 3 chip JVC DLA-HD100 1080P

0

Con il nuovissimo proiettore frontale JVC DLA-HD100, vediamo la decima generazione del loro noto sistema di amplificazione della luce di imaging riflettente digitale (D-ILA), simile in linea di principio alla tecnologia del motore di luce SXRD di Sony. I tre chip D-ILA da 0,7 pollici che compongono questo light engine rappresentano il primo proiettore frontale 1080P disponibile in commercio al mondo a raggiungere un rapporto di contrasto "nativo" (riferito) di 30.000:1, in grado di creare neri profondi e dettagliati che ricordano grandi Stampe su pellicola da 35 millimetri viste in condizioni ideali. La parte "nativa" indica che nessun meccanismo automatico dell’iride viene utilizzato per ottenere questo risultato eccezionale. La maggior parte degli altri proiettori anteriori e posteriori di fascia alta si affida a questo piccolo trucco dell’iride per migliorare i livelli di nero e il rapporto di contrasto modificando efficacemente i livelli di luce complessivi e schiacciando anche la scala di grigi, risultando in neri leggermente sbiaditi nelle scene più luminose, mentre anche rendendo i colori leggermente saturi più opachi nelle scene scure. L’effetto complessivo di tutto ciò è di distorcere l’immagine e farla sembrare più attraente: finisci per perdere così tanto di ciò che le tue sorgenti HD sono davvero in grado di offrire. Non è così qui con questo nuovo DLA-HD100, che sfoggia 600 ANSI lumen di luminosità, compatibilità con lo spazio colore XYZ ultra ampio e risoluzione Full HD di 1920 x 1080P (2,07 mega-pixel). mentre i colori leggermente saturi appaiano più spenti nelle scene scure. L’effetto complessivo di tutto ciò è di distorcere l’immagine e farla sembrare più attraente: finisci per perdere così tanto di ciò che le tue sorgenti HD sono davvero in grado di offrire. Non è così qui con questo nuovo DLA-HD100, che sfoggia 600 ANSI lumen di luminosità, compatibilità con lo spazio colore XYZ ultra ampio e risoluzione Full HD di 1920 x 1080P (2,07 mega-pixel). mentre i colori leggermente saturi appaiano più spenti nelle scene scure. L’effetto complessivo di tutto ciò è di distorcere l’immagine e farla sembrare più attraente: finisci per perdere così tanto di ciò che le tue sorgenti HD sono davvero in grado di offrire. Non è così qui con questo nuovo DLA-HD100, che sfoggia 600 ANSI lumen di luminosità, compatibilità con lo spazio colore XYZ ultra ampio e risoluzione Full HD di 1920 x 1080P (2,07 mega-pixel).

Puoi creare immagini da 60 pollici fino a 200 pollici da questa meraviglia da 25,6 libbre, leggermente più grande di un proiettore per diapositive dell’era moderna dell’home theater. Il suo grembiule di ingresso è dotato di due jack HDMI 1.3, un componente e un jack "S-video", e consente anche di riprodurre facilmente un numero generoso di formati moderni e legacy (grazie a un Gennum Scaler integrato), incluso 480i up a 1080P a 24, 30, 50 e 60 fps.L’obiettivo zoom motorizzato due volte (con un gruppo tutto vetro, caratterizzato da 16 elementi in 13 gruppi) consente uno spostamento verticale di +/- 80 percento e uno spostamento orizzontale di +/- 34 percento, rendendo facile per le installazioni molto decentrate presentare sullo schermo una geometria quasi quadrata.Tutto questo, e il DLA-HD100 ha ancora un prezzo di $ 7.999,95 MSRP.

Ci sono molte scelte oggi quando si tratta di proiettori frontali. È facile acquistare un proiettore costoso, solo per scoprire che le sue capacità di imaging sono state sostituite da qualcosa di nuovo dopo solo poco tempo. Tuttavia, JVC ha alzato notevolmente il livello di ciò che ci si può e ci si dovrebbe aspettare da un proiettore 1080P a questo prezzo o qualsiasi altro. In primo luogo, c’è l’eccezionale rapporto di contrasto (riportato) di 30.000:1, che consente immediatamente di sperimentare dettagli di basso livello di texture e ombreggiatura in un modo molto nuovo e tangibile (tranne coloro che hanno posseduto o assistito a tre cannoni CRT frontali proiettori, come il Sony G90, correttamente impostato e calibrato nel passato, prima che il proiettore perdesse la calibrazione). In secondo luogo, tutti gli elementi dell’obiettivo in vetro (di Fujinon) offrono colori notevolmente migliorati, contrasto e dettaglio sugli elementi delle lenti in plastica utilizzati nella maggior parte del settore e precedentemente impiegati da JVC. In terzo luogo, il light engine D-ILA a tre chip è stato ottimizzato per mostrare un effetto porta schermo molto ridotto. È immune alla distorsione arcobaleno vista nei proiettori DLP a chip singolo in tutte le fasce di prezzo. In quarto luogo, i sofisticati controlli di calibrazione consentono davvero un livello di regolazione che è raramente visto o possibile altrove. Nelle mani di uno specialista SMPTE qualificato, possono produrre immagini di qualità e precisione che normalmente si vedono solo con i proiettori cinematografici professionali di fascia alta, come il Sony SRX-R220 o il Barco DP-2000. È immune alla distorsione arcobaleno vista nei proiettori DLP a chip singolo in tutte le fasce di prezzo. In quarto luogo, i sofisticati controlli di calibrazione consentono davvero un livello di regolazione che è raramente visto o possibile altrove. Nelle mani di uno specialista SMPTE qualificato, possono produrre immagini di qualità e precisione che normalmente si vedono solo con i proiettori cinematografici professionali di fascia alta, come il Sony SRX-R220 o il Barco DP-2000. È immune alla distorsione arcobaleno vista nei proiettori DLP a chip singolo in tutte le fasce di prezzo. In quarto luogo, i sofisticati controlli di calibrazione consentono davvero un livello di regolazione che è raramente visto o possibile altrove. Nelle mani di uno specialista SMPTE qualificato, possono produrre immagini di qualità e precisione che normalmente si vedono solo con i proiettori cinematografici professionali di fascia alta, come il Sony SRX-R220 o il Barco DP-2000.

In quinto luogo, lo scaler Gennum VXP interno consente di visualizzare facilmente e rapidamente la maggior parte dei formati video nuovi o legacy e di richiamare automaticamente le impostazioni dei singoli utenti per ogni input di formato. Sesto, un’inclusione ponderata è una funzione di allungamento verticale progettata per essere utilizzata con un obiettivo anamorfico esterno di terze parti, offrendo all’utente finale l’opportunità di duplicare proporzioni dell’oscilloscopio di 2,39:1 utilizzando un ampio schermo e ottenendo risoluzione e livello di luce effettivi miglioramenti del 33 per cento. Settimo, le ventole di aspirazione e di scarico si trovano entrambe sulla parte anteriore dell’unità su entrambi i lati dell’obiettivo. Ciò significa che, per la prima volta, si può letteralmente spingere il proiettore fino in fondo fino a toccare la parete di fondo senza provocarne il surriscaldamento. Quindi puoi praticamente portare a casa questo nuovo JVC DLA-HD100, fallo agganciare e proiettare nel giro di 15 minuti, se vuoi. I filmati domestici e le fotografie dal tuo laptop non sono mai stati così belli.

Sebbene il rapporto di contrasto sia eccezionale, va a scapito dell’emissione di luce, che a 600 lumen ASNI (300 lumen dopo 600 ore di utilizzo) è quasi alla pari con i proiettori che costano la metà di questo. Pertanto, per sfruttare tutto quel contrasto, bisogna guardare in un cinema totalmente oscurato e trattato con la luce, preferibilmente su uno schermo più piccolo di 96 pollici di larghezza (tranne per l’uso di una lente anamorfica esterna, che permette di andare fino a 128 pollici). Avere un generoso offset dell’obiettivo ha sempre la conseguenza di sacrificare la perfetta geometria. La maggior parte può convivere con la leggera distorsione a cuscinetto che si verifica quando il proiettore è montato a un estremo o all’altro (anziché al centro), ma non sorprenderti se le notizie strisciate in fondo alla CNN non appaiono perfettamente diritte in qualcosa di meno che un’installazione perfetta. Lo scaler interno Gennum VXP non è buono come i precedenti sforzi di Faroudja, ma costa anche un po’ meno ed è più clemente nel complesso. Ma non aspettarti di vedere lo stesso livello di risoluzione quando l’immagine si muove molto velocemente, ad esempio durante una partita di calcio, baseball o hockey. Se colleghi tutte le tue nuove sorgenti HDMI direttamente al proiettore (anziché tramite un ricevitore), scoprirai presto che due non sono sufficienti. Un terzo ingresso HDMI avrebbe dovuto essere reso disponibile, al posto della porta di controllo RS232c, o al posto di un pannello di accesso, entrambi proprio accanto agli ingressi HDMI esistenti. Anche se mi piace poter appoggiare il proiettore fino alla parete posteriore, il rumore della ventola proveniente dalle prese d’aria anteriori (a 25 dB SPL) può essere più evidente in alcune stanze rispetto ad altre.

Leggi i punti alti e bassi del DLA-HD100 a pagina 2.

Punti salienti
• Il motore di illuminazione D-ILA full 1920 x 1080P HD a tre chip raggiunge un nuovo straordinario livello di colore e contrasto.

Questo è il primo proiettore frontale nativo con rapporto di contrasto di 30.000:1,
il che significa che non si basa su un diaframma automatico e non compromette
la fedeltà dell’immagine.
• È fantastico vedere due ingressi HDMI 1.3 e un
video componente (anche RGB) in grado di accettare da 480i a 1080P a 24,
30, 50 e 60 fotogrammi.
• L’offset esteso dell’obiettivo (+/- 80 verticale, +/-
34 orizzontale) consente un facile posizionamento del proiettore,
preservando la geometria quadrata sullo schermo.
• Le lampadine sostituibili dall’utente a lunga durata (fino a 2.500 ore) rendono questo proiettore quasi esente da manutenzione.

Sono disponibili estese funzionalità di calibrazione integrate per
temperatura colore, gamma e colore primari per consentire all’utente di ottenere un’immagine
estremamente realistica e simile a una pellicola, utilizzando la strumentazione e
i modelli di test interni.
• Le prese d’aria di aspirazione e scarico situate lungo la parte anteriore del proiettore aumentano le opzioni di posizionamento.

Punti bassi
• L’emissione luminosa è adeguata solo a
600 ANSI lumen, adatta solo per sale completamente oscurate
e trattate con luce.
• L’ampio offset dell’obiettivo mostra una visibile distorsione a cuscinetto con distanze di proiezione più brevi.

Lo scaler Gennum interno non elabora sempre tutte le risoluzioni a
piena larghezza di banda, con conseguente perdita di dettagli durante le
riprese con panoramica rapida. Molti utenti scelgono DVDO VP50pro con un
costo aggiuntivo di circa $ 4.000.
• Il pannello di input avrebbe potuto includere un altro ingresso HDMI 1.3,
al posto della porta di controllo RS-232c, che comunque quasi nessuno usa.

Le ventole per lo scarico possono essere ascoltate più facilmente, poiché ora lo sono
posizionato più vicino al pubblico sulla parte anteriore del proiettore.
• I
controlli di calibrazione superiori richiedono un calibratore SMPTE certificato per
ottenere i migliori risultati. Altrimenti, le prestazioni pronte all’uso sono per
molti versi solo un po’ migliori del tuo proiettore medio a questo prezzo.

Conclusione
Dieci anni fa, JVC è passata
dall’utilizzo di un ILA (Imaging Light Amplifier) ​​analogico a una
versione completamente digitale che presenta un’emissione luminosa eccezionale e precedentemente impossibile
da un videoproiettore (superiore a 4.000 ANSI lumen). Questo
è stato progettato per grandi sedi e luoghi esterni, dove
era richiesta una maggiore quantità di luce. Tuttavia, la stessa azienda oggi è alla decima
generazione di prodotti, ora rivolti direttamente al mercato dell’home theater.
Quello che hanno ottenuto è uno spettacolare proiettore frontale adatto ad
alcuni dei migliori home theater ovunque. Offre il primo sguardo con
un rapporto di contrasto fino a 30.000:1 (senza bisogno di un diaframma),
colori primari regolabili dall’utente,
controlli avanzati della temperatura colore e della scala di grigi, ampi offset dell’obiettivo per una facile installazione e
lampadine sostituibili dall’utente facili, relativamente durature ed economiche. A
$ 7.999,95, rientra nella fascia di prezzo medio-alta prevista in un
prodotto home theater a proiezione frontale di questo calibro, stabilendo un nuovo punto di riferimento sia per la qualità dell’immagine che per la facilità
di installazione .
A parte la necessità di impiegare un esperto di calibrazione video JVC per
sfruttare appieno le sue capacità, posso
consigliare con entusiasmo questo ottimo proiettore per schermi più piccoli di 96 pollici di larghezza,
preferibilmente in un cinema completamente oscurato.

Fonte di registrazione: hometheaterreview.com

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More