Everything for Home Media - Recensioni | Suggerimenti per l'acquisto di | | design Notizie sulla tecnologia

I cavi HDMI attivi sono adatti a te?

0

Storia divertente. Non acquisto un nuovo cavo HDMI da un po’ di tempo, ma il cavo da 30 piedi che va dalla mia cremagliera al mio rack del proiettore mi è morto qualche tempo fa. Non avevo molta fretta di sostituirlo, dal momento che stavo usando un dongle HDMI wireless DVDO Air3C-Pro per inviare TV satellitare e Blu-ray 1080p tra le mie sorgenti e il proiettore. Ora che un lettore Blu-ray Samsung UBD-K8500 Ultra HD si è unito al team, tuttavia, la mancanza di una soluzione HDMI cablata è un problema. Il dongle DVDO non supporta 4K, vedi.

Così mi sono diretto su Monoprice.com per ordinare un nuovo cavo. Sapendo benissimo che in futuro avrò a che fare con molti contenuti 4K, HDR e con una maggiore profondità di bit, ho scelto di giocare sul sicuro e ottenere un cavo dalla più costosa serie Enthusiast dell’azienda, descritta come "Alta qualità HDMI per una risoluzione 4K premium." Sono andato con il cavo ad alta velocità CL3 della serie Luxe, che costa $ 42,99 per una lunghezza di 30 piedi.

Quando il cavo è arrivato pochi giorni dopo, l’ho fatto passare tra il mio proiettore Sony VPL-VW350ES 4K e il ricevitore Onkyo TX-RZ900, ho acceso tutto e non ho ottenuto… niente. Letteralmente niente. Nessuna schermata blu o schermata nevosa per indicare un problema di stretta di mano. Proprio niente. "Wow, che spettacolare fallimento è questo cavo", mi sono detto.

E poi l’ho visto. Una parola stampata molto chiaramente all’estremità del cavo che avevo appena collegato al proiettore: "Sorgente". Hmm. Mi sono avvicinato e ho guardato l’altra estremità del cavo, attualmente inserito nel mio ricevitore, e diceva "TV". Oh sì, ho pensato, ho comprato un cavo attivo, vero? Si scopre che il fallimento spettacolare sono stato io. A differenza dei cavi HDMI passivi che sono bidirezionali in modo da poter collegare entrambe le estremità a entrambi i dispositivi, un cavo HDMI attivo è un design unidirezionale. Ho girato il cavo, l’ho ricollegato e tutto ha funzionato bene. Questo dimostra solo che, non importa da quanto tempo pratichi questo hobby e quanti sistemi diversi hai impostato, il potenziale di errore dell’utente non scompare mai.

Condivido questa storia non per umiliare me stesso, ma piuttosto per salvare gli altri da simili follie. Quando ho diligentemente invertito il mio cavo, mi è venuto in mente che questo non è un argomento di cui abbiamo mai veramente trattato, anche se i cavi HDMI attivi sono disponibili da diversi anni. In effetti, l’unica volta in cui discutiamo davvero dei cavi HDMI è quando discutiamo se valgono o meno i cavi HDMI premium. Oggi non mi avvicinerò a questo argomento, ma dirò che spendere un po’ più di soldi per un cavo HDMI attivo rispetto a uno passivo può essere un investimento degno per situazioni particolari.

Probabilmente sai già che HDMI è più affidabile su cavi più brevi. Se il rack delle apparecchiature si trova a pochi metri dal display, un cavo HDMI passivo dovrebbe funzionare correttamente. Quando la distanza tra la sorgente e il display aumenta a 30, 50 o 100 piedi, l’affidabilità può diminuire e il cavo ha bisogno di un piccolo "aiuto". Produttori come Gefen, Atlona, ​​Key Digital e altri hanno da tempo venduto kit di estensione HDMI standalone che potenziano il segnale per migliorare l’affidabilità su corse più lunghe.

Poiché i progressi nella tecnologia dei semiconduttori hanno consentito a quei chipset di diventare più piccoli e consumare meno energia, è diventato possibile posizionare il ripetitore del segnale HDMI nel cavo stesso, ed è quello che è un cavo HDMI attivo. La tecnologia ha davvero attirato i riflettori alcuni anni fa, quando una società chiamata Redmere ha introdotto un chipset attivo che non solo consentiva corse più lunghe, ma consentiva anche al cavo attivo di essere molto più sottile, più flessibile e alimentato tramite la stessa porta HDMI. Se hai mai provato a collegare un cavo HDMI lungo o robusto al retro di una TV montata a parete, sai il mal di testa che può causare. Quei cavi non si piegano facilmente. L’emergere di supporti a parete di basso profilo ha solo esacerbato il problema. I cavi Redmere erano una soluzione gradita.

Monoprice è stato uno dei principali sostenitori della tecnologia Redmere, debuttando per la prima volta cavi Redmere attivi con molto clamore all’inizio del 2012 (puoi guardare il video informativo originale dell’azienda qui ). Più tardi, nel 2012, Redmere ha collaborato con Fresco Microchip e Chrysalis Capital VIII Corporation per formare una nuova società di semiconduttori chiamata Spectra7, che continua a sviluppare e produrre i chipset attivi con il nuovo nome. Quindi, sebbene il nome Redmere venga gradualmente eliminato, la tecnologia è ancora viva e vegeta.

Se esplori le offerte HDMI attive attualmente disponibili sul sito Web di Monoprice, vedrai che i cavi a marchio Redmere sono ancora disponibili. Si tratta di cavi legacy più vecchi, molti dei quali supportano una larghezza di banda di 10,2 Gbps per passare 4K/30 a una distanza fino a 100 piedi. I cavi attivi più recenti come il cavo Luxe Series CL3 che ho acquistato utilizzano un chipset Spectra7 più recente che supporta l’intera larghezza di banda di 18 Gbps necessaria per 4K/60, colore a 16 bit e sottocampionamento 4:4:4. La serie Luxe è disponibile in lunghezze fino a 100 piedi, ma promette supporto solo per 4K/60 fino a 50 piedi. (In confronto, un cavo HDMI passivo supporta 4K/60 su una lunghezza di 20 piedi, nella migliore delle ipotesi.) Se hai bisogno di una soluzione HDMI davvero sottile e flessibile per una corsa più breve, la serie Ultra Slim Active utilizza anche un chipset a 18 Gbps e ha un conduttore 36AWG, ma raggiunge il massimo a soli 15 piedi.

Ovviamente, Monoprice non è l’unico produttore di cavi che vende cavi HDMI attivi. La maggior parte dei nomi più importanti nel settore dei cavi offre opzioni HDMI attive, soprattutto a lunghezze maggiori. Ad esempio, tutti i cavi HDMI piatti di Wireworld, dalla serie Island 7 entry-level alla serie Platinum Starlight 7 premium, utilizzano una tecnologia attiva in lunghezze da 30 a 65 piedi (la serie Island 7 utilizza la tecnologia attiva a partire da 23 piedi). Transparent Cable offre due serie attive per cavi di lunghezza pari o superiore a 30 piedi: la serie Performance Active include cavi da 30 e 50 piedi, mentre la serie High Performance Active include lunghezze di 30, 40, 50 e 65 piedi. Monster Cable offre opzioni attive come il cavo UltraHD Black Platinum 4Kdisponibile in lunghezze da quattro a 35 piedi.

L’HDMI attivo potrebbe non essere la scelta giusta per ogni installazione. Se hai bisogno di una corsa estremamente lunga o hai bisogno di un cavo molto flessibile per passare attraverso i muri, una soluzione come HDBaseT, che funziona su un cavo Ethernet, potrebbe essere una scelta migliore. Tuttavia, per quei momenti in cui hai bisogno di un modo semplice e pulito per far girare un segnale 4K/60 ad alta larghezza di banda nella tua stanza e/o la tua soluzione di montaggio richiede un cavo molto sottile e flessibile, vale sicuramente la pena dare un’occhiata all’HDMI attivo. Assicurati solo di imparare dal mio errore e controlla prima l’orientamento del cavo, specialmente se hai intenzione di far passare quel cavo attraverso un muro o farlo scorrere sotto un tappeto!

Fonte di registrazione: hometheaterreview.com

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More