Everything for Home Media - Recensioni | Suggerimenti per l'acquisto di | | design Notizie sulla tecnologia

Altoparlante a torre NHT MS recensito

4

La nuova MS Tower dimostra la straordinaria coerenza progettuale di NHT. È un altoparlante moderno, completo di driver top abilitati per Atmos; eppure, dal punto di vista visivo e ingegneristico, è abbastanza simile allo Zero, uno dei primi altoparlanti dell’azienda (e, per inciso, il primo oratore di cui abbia mai scritto, nel lontano 1989).

Come l’originale Zero e la maggior parte degli altri altoparlanti creati da NHT, i nuovi altoparlanti della serie Media sono design compatti costruiti attorno a piccoli midrange/woofer e un tweeter da un pollice, alloggiati in contenitori con una sezione trasversale quasi quadrata e piccoli ornamenti ad eccezione di una finitura nera lucida. Trasudano un fascino visivo elementare molto simile a quello di un tavolo Parsons. Agli appassionati di audio piace questo design perché le custodie strette riducono al minimo gli effetti dannosi della diffrazione: i riflessi sonori degli angoli della custodia che interferiscono con i suoni provenienti dai driver. (A proposito, contrariamente alla credenza popolare, le custodie strette non hanno meno diffrazione. Quello che succede è che gli angoli da cui il suono diffrange sono più vicini ai driver, quindi gli effetti di interferenza vengono spostati su frequenze più alte e meno udibili.)

L’altoparlante principale della linea è l’MS Tower ($ 699 ciascuno), che è alto 39 pollici e incorpora tre driver da 5,25 pollici. È un design a tre vie; i due driver inferiori sono usati come woofer, gestendo tutto al di sotto di circa 500 Hz. Il 5,25 pollici superiore viene utilizzato come driver di gamma media e si trova proprio sotto il tweeter a cupola in alluminio da un pollice. C’è anche un driver a cono di carta da tre pollici (anche se le specifiche dicono due pollici) nella parte superiore, montato con un angolo di 20 gradi. Questo è il driver abilitato per Atmos, progettato per far rimbalzare i suoni dal soffitto e ha il proprio set di morsetti sopra i morsetti standard. Entrambe le griglie degli altoparlanti sono fissate magneticamente senza occhielli o elementi di fissaggio visibili, quindi gli altoparlanti hanno un bell’aspetto con o senza di essi.

Altoparlante a torre NHT MS recensitoL’altoparlante da scaffale MS Satellite ($ 299 ciascuno, mostrato a destra) misura 16,6 pollici di altezza; è un design a due vie che è più o meno la MS Tower senza i due woofer inferiori. L’MS Center ($ 349, mostrato sotto) utilizza gli stessi driver, disposti in una configurazione orizzontale con i woofer molto vicini tra loro e il tweeter annidato tra e sotto di essi.

Mi concentrerò sulle MS Towers per questa recensione. Li ho usati come altoparlanti anteriori e ho aggiunto l’MS Center e due MS Satellite abilitati per Atmos come surround. Tutti questi altoparlanti sono disponibili tramite il sito Web di NHT, nonché vari rivenditori online e fisici.

Una nota prima di approfondire: immagino che alcuni potrebbero considerare primitiva l’implementazione di NHT della tecnologia abilitata per Atmos di Dolby, perché molti altoparlanti concorrenti utilizzano sezioni Atmos a due vie con un woofer e un tweeter separati. Tuttavia, direi che un singolo driver è più coerente con l’intento originale di Dolby. Poiché il pattern di dispersione di un driver inizia a diventare direzionale alla lunghezza d’onda del suono corrispondente alle dimensioni del driver, il singolo driver da tre pollici trasmetterà il suono in modo più stretto, e quindi rimbalzerà il suono dal soffitto in modo più efficace, rispetto a un tweeter da un pollice. Il diametro del cono del driver è di 2,5 pollici, il che significa che inizierà a trasmettere a circa 5,4 kHz, mentre un tweeter da un pollice inizia a trasmettere a circa 13,5 kHz.

Altoparlante a torre NHT MS recensitoIl collegamento
Ho utilizzato le torri MS e gli altri altoparlanti della serie Media principalmente con un sintoamplificatore AV Sony STR-ZA5000ES, utilizzando come subwoofer il CS 10 di NHT, il PSB SubSeries 450 e il Rogersound Lab Speedwoofer 10S. Ho anche fatto sessioni di ascolto stereo confrontando le MS Towers con i miei altoparlanti Revel Performa3 F206, utilizzando un preamplificatore/DAC Classé CP-800, un amplificatore stereo Classé CA-2300 e uno switcher ABX Audio di Van Alstine AVA per non vedenti, level-matched confronti. Ho usato cavi di interconnessione e altoparlanti Wireworld Eclipse 7.

Non ho trovato nulla di difficile nella parte fisica della configurazione del sistema, in gran parte perché gli altoparlanti sono così compatti e relativamente leggeri e hanno una dispersione abbastanza ampia e coerente. Ho ascoltato molto con le griglie spente; tuttavia, con del materiale, ho trovato il suono troppo brillante, quindi ho montato le griglie e le ho lasciate accese. In genere ho usato un punto di crossover di 80 Hz, ma ho sperimentato altre impostazioni, come 60 Hz per MS Towers, 110 Hz per MS Center, ecc. Ne parleremo tra un po’.

Prestazione
Considerando che le MS Towers sono abilitate per Atmos, mi sono sentito obbligato a riprodurre una colonna sonora di Atmos solo per "vedere cosa poteva fare il sistema". Così ho iniziato con il disco Blu-ray 3D di Teenage Mutant Ninja Turtles. La "scena dei soldi" in questo film è il capitolo 16, che racconta la battaglia culminante tra le tartarughe titolari e la loro nemesi Shredder, compresi gli sforzi delle tartarughe per impedire che una torre radio in cima a un alto edificio cada. Le MS Towers, grazie in parte ai driver abilitati per Atmos e in parte all’ampia dispersione orizzontale delle sezioni principali dei diffusori, mi hanno dato un suono enorme, da teatro. Gli effetti dell’atmosfera, come lo scricchiolio della torre quando inizia a crollare, sono emersi, sebbene più come un effetto ambientale che come un suono dall’alto. Questo è ciò che ho sperimentato con altri altoparlanti abilitati per Atmos.

Torna a quel grande suono. Anche quando ho alzato molto il volume del film, il suono degli altoparlanti della serie Media è rimasto chiaro, senza distorsioni apparenti. In molti modi, il sistema suonava davvero come un sistema home theater molto più grande, che per me è il vero vantaggio degli altoparlanti abilitati Atmos. Mi è piaciuta anche la riproduzione della voce, sia che i dialoghi provenissero dall’MS Center o dalle MS Towers. Non ho sentito la colorazione delle mani a coppa, nessun rigonfiamento delle voci maschili (o di tartaruga) e nessuna sibilo significativa. Ho sentito solo un leggero aumento degli acuti nel dialogo, ma ha avuto l’effetto di rendere il dialogo un po’ più facile da capire senza renderlo innaturale.

La qualità delle MS Towers e degli altri altoparlanti della serie Media è arrivata anche con materiale non Atmos, come lo stream Amazon di The Hateful Eight. La colonna sonora del film presenta un’ampia varietà di tonalità e accenti vocali, insieme a finte portentose onde orchestrali e colpi di pistola. Ho adorato il modo in cui il MS Center ha fornito le voci acute di Jennifer Jason-Leigh e Tim Roth senza sibilanti o stridule e la voce profonda di Michael Madsen senza rigonfiamenti o rimbombi. Anche la dinamica degli spari e le urla più forti della sezione degli archi non hanno turbato il sistema.

Ho usato il sistema per circa due mesi, come sistema principale per guardare film e programmi TV, e ho avuto l’impressione che fosse un ottimo sistema compatto per una sala multimediale. In molti modi, suona come un sistema più grande e la sua capacità di riprodurre i dialoghi in modo naturale e chiaro si è rivelata un enorme vantaggio.

Come sono andate le MS Towers con la musica stereo? Beh, dipendeva da cosa stavo suonando.

La musica più semplice è spesso una sfida più difficile per un oratore. Con meno strumenti e voci su cui concentrare l’orecchio, le registrazioni con pochi elementi a volte rivelano più facilmente colorazioni tonali e debolezza del palcoscenico/immagine. Ma più la musica diventava semplice, più le MS Towers suonavano con essa. Un ottimo esempio è il classico "Ulili E" dal CD Gabby Pahinui and the Sons of Hawaii. La registrazione include solo due voci (Pahinui e il compagno di band Eddie Kamae), ukulele, infarinature di chitarra d’acciaio e chitarra slack key che fornisce il basso. Come molti cantanti hawaiani, la voce di Pahinui è profonda e liscia; molti altoparlanti lo fanno sembrare gonfio. Le MS Towers, però, suonavano bene in questa registrazione, presentando tutti gli strumenti con una tonalità naturale e una colorazione minima, nonostante la qualità scadente della registrazione. (La versione qui è la stessa registrazione da un album diverso.)

Allo stesso modo per "Guitarreando" da La Vida Breve del duo di chitarre Hanser-McClellan. Le chitarre classiche con corde di nylon del tipo usato da questo duo sono un vero regalo per i tweeter scadenti; dovrebbero suonare in modo chiaro ma non brillante, e alcuni altoparlanti li fanno sembrare piuttosto vivaci. Attraverso le MS Towers, le chitarre avevano una tonalità e una chiarezza quasi perfette, forse mancando solo un po’ di risonanza del corpo. Hanno anche dato alla registrazione (che presumo sia stata eseguita con solo due microfoni) un senso dello spazio naturale ma non esagerato.

Volendo passare a registrazioni più complesse ma ancora bilanciate spettralmente, ho suonato una delle mie tracce di prova preferite, "Rosanna" di Toto. Anche qui, la gamma media chiara e naturale delle MS Towers ha dato alla musica una gradita chiarezza ed eccitazione senza alterare sostanzialmente il carattere della musica, in altre parole, hanno fatto esattamente ciò che gli altoparlanti dovrebbero fare. La registrazione ha mostrato un grande palcoscenico sonoro (come dovrebbe) e una chiara delineazione dei numerosi strumenti e voci nel complesso mix.

Fai clic sulla pagina due per le misurazioni, il lato negativo, il confronto e la concorrenza e la conclusione…

Misure
Di seguito sono riportate le misure per l’altoparlante NHT MS Tower (fare clic su ciascuna tabella per visualizzarla in una finestra più grande).

Altoparlante a torre NHT MS recensito
In asse: ±2,4 dB da 73 Hz a 10 kHz, da ±4,1 dB a 20 kHz
Media ±30° orizzontale: ±2,0 dB da 73 Hz a 10 kHz, Da ±2,8 dB a 20 kHz
Media ±15° vert/orizzontale: ±2,4 dB da 73 Hz a 10 kHz, da ±4,0 dB a 20 kHz

Risposta in frequenza (sezione Atmos)
In asse: ±4,6 dB da 135 Hz a 10 kHz, ±7,5 dB a 20 kHz

Impedenza
Sezione principale: min. 3,8 ohm/820 Hz/+8, nominale 6 ohm
Sezione Atmos: min. 4,0 ohm/355 Hz/-5, ​​nominale 5 ohm

Sensibilità (2,83 volt/un metro, anecoico)
Sezione principale: 82,4 dB
Sezione atmosfera: 84,6 dB

Il primo grafico mostra la risposta in frequenza della MS Tower; il secondo mostra l’impedenza. Per la risposta in frequenza della sezione principale vengono visualizzate tre misure: a 0° in asse (traccia blu); una media delle risposte a 0, ±10, ±20° e ±30° fuori asse orizzontale (traccia verde); e una media delle risposte a 0, ±15° in orizzontale e ±15° in verticale (traccia rossa). Considero le curve 0° in asse e 0°-30° orizzontali le più importanti. Idealmente, il primo dovrebbe essere più o meno piatto e il secondo dovrebbe avere lo stesso aspetto ma dovrebbe inclinarsi leggermente verso il basso all’aumentare della frequenza. Ho anche aggiunto una misura di 0° della sezione Atmos.

La risposta della sezione principale della MS Tower ha tre caratteristiche degne di nota. Innanzitutto, è incredibilmente piatto fino a 10 kHz. Il secondo è che la sua risposta ai bassi è molto limitata. Terzo è che, nonostante la planarità complessiva inferiore a 10 kHz, ha una risposta degli acuti in aumento al di sopra di circa 9,5 kHz e una gamma media leggermente incassata (sebbene piatta) tra circa 1,2 e 4,7 kHz. In altre parole, le misurazioni corrispondono alle mie impressioni soggettive di risposta dei bassi molto modesta, gamma media piatta e risposta degli acuti in aumento.

La risposta fuori asse è eccellente. Anche a -45° e -60°, l’uscita della gamma media è ridotta, ma la sua curva di risposta mantiene quella bella forma piatta fino a 3 kHz. Anomalie di risposta significative non compaiono a questi angoli fino a quando non si arriva fino a 7,7 kHz, dove c’è un calo stretto e poco profondo. La griglia riduce l’uscita degli acuti tra 4,5 e 5,9 kHz da 1 a 2 dB e tra 9,5 e 12,7 kHz da 1 a 4 dB.

Non ho eseguito misurazioni complete sulla sezione Atmos della MS Tower, ma la sua risposta sembra ragionevolmente piatta per un midrange/tweeter di tipo conico. Sebbene la sua risposta a 30° fuori asse inizi a rallentare leggermente a circa 1,5 kHz, inizia a irradiare significativamente al di sopra di circa 6 kHz; la risposta è inferiore a -7,8 dB a 10 kHz e -17,7 dB a 20 kHz.

La sensibilità dell’MS Tower è piuttosto bassa a 82,4 dB (misurata a un metro con un segnale di 2,83 volt, con una media da 300 Hz a 3 kHz). Anche la sua impedenza è piuttosto bassa, con una media di circa sei ohm e scende a un minimo di 3,8 ohm. Ti consigliamo di guidare questo con un ricevitore decente a metà. Per inciso, l’impedenza della sezione Atmos (non mostrata) è relativamente bassa, anche se mi aspetto che questa parte dell’altoparlante non suoni ad alto volume o abbastanza spesso da gravare su qualsiasi ricevitore.

Ecco come ho fatto le misurazioni. Ho misurato le risposte in frequenza utilizzando un analizzatore audio Audiomatica Clio FW 10 con il microfono di misurazione MIC-01 e l’altoparlante pilotato con un amplificatore Outlaw Model 2200. Ho usato la tecnica quasi anecoica per rimuovere gli effetti acustici degli oggetti circostanti. La MS Tower è stata posizionata su un supporto da 36 pollici (90 cm). Il microfono è stato posizionato a una distanza di due metri all’altezza del tweeter e un mucchio di isolamento in denim è stato posizionato a terra tra l’altoparlante e il microfono per aiutare ad assorbire i riflessi del suolo e migliorare la precisione della misurazione alle basse frequenze. La risposta dei bassi è stata misurata microfonando da vicino e sommando le risposte dei woofer e unendo questo risultato ai risultati quasi anecoici a 280 Hz. Per la misura della sezione Atmos, Ho sospeso il microfono a una distanza di un metro dall’autista, direttamente in asse. I risultati sono stati levigati a 1/12 di ottava. Le misurazioni sono state effettuate senza la griglia salvo quanto indicato. La post-elaborazione è stata eseguita utilizzando il software di analisi LMS LinearX.

Lo
svantaggio Lo svantaggio di questo sistema è che i suoi alti suonano un po’ brillanti, a seconda del contenuto. Su piatti più semplici come The Hateful Eight, il programma televisivo della Silicon Valley, il duo di chitarre che ho citato sopra o le registrazioni audiofile della Chesky Records, ho adorato la vividezza e l’apparente senso del dettaglio che ho sentito dalle MS Towers e dal resto dei media Sistema in serie. Più denso diventava lo spettro sonoro, però, come con Teenage Mutant Ninja Turtles e registrazioni heavy rock, più volevo abbassare gli acuti.

Con le colonne sonore dei film, il semplice posizionamento delle griglie ha abbassato gli acuti abbastanza al punto che il suono era più sottilmente brillante che ovviamente brillante. Con un po’ di musica, però, mi sono ritrovato a cercare un modo per portare il sistema in un migliore equilibrio. Non sono sicuro se quello che stavo ascoltando fosse dovuto agli alti elevati o all’uscita limitata delle basse frequenze causata dai piccoli driver degli altoparlanti, dalle custodie super compatte e dal design della sospensione acustica, ho provato vari rimedi. Questi includevano l’impostazione dei punti di crossover del subwoofer più alti per eliminare parte del carico dai woofer degli altoparlanti; provare diversi subwoofer; giocare con l’impostazione del livello del subwoofer; e avvicinando gli altoparlanti al muro. Tuttavia, non riuscivo a ottenere il suono grande, pieno e sbalorditivo che volevo quando ho suonato "Outshined" di Badmotorfinger dei Soundgarden. (Le mie misure,

Non consiglio di usare l’MS Tower senza subwoofer. I suoi piccoli woofer tendono a distorcersi quando si suonano note di basso pesanti a volumi abbastanza alti e non suona abbastanza in profondità per catturare il ritmo della musica R&B e rock o l’impatto dei film d’azione.

Ho provato il CS 10 di NHT, un modello da 10 pollici e 300 watt che viene venduto per $ 649 sul sito dell’azienda. Tuttavia, poiché il suo limitatore interno è stato regolato su un’impostazione estremamente conservativa, l’ho trovato insufficiente per riempire il suono delle torri. Il Rogersound Lab SW10S di dimensioni simili, da $ 399, mi ha dato una media di +8,2 dB in più di uscita da 40 a 63 Hz, che è una grande differenza, e l’SW10S ha ottenuto questo risultato con risultati di distorsione migliori della media. NHT ribatte che l’azienda si concentra sulla musica, non sui film, con i suoi subwoofer; ma, secondo me, l’uscita del CS 10 non era nemmeno sufficiente per soddisfare i bassi con la musica.

Riproducendo registrazioni rivelatrici e orientate agli audiofili, le MS Towers si confrontano abbastanza favorevolmente con i miei Revel F206 da $ 3.500 al paio. La grande differenza è che il tweeter utilizzato nell’MS Tower non suona liscio come quello del Revel, ma è tipico degli altoparlanti di questa fascia di prezzo. Ho anche notato che, nella versione di Cécile McLorin Salvant di "The Trolley Song" dal suo CD For One to Love, le MS Towers suonavano meno aperte nella gamma media superiore e negli acuti inferiori rispetto alle Revels, con un suono più direzionale e meno spazioso il rullante.

Confronto e concorrenza
L’unico diffusore che riesco a trovare che sembra destinato allo stesso pubblico dell’MS Tower, ovvero alle persone che desiderano un diffusore a torre sottile, elegante e abilitato per Atmos, è il Pioneer Elite SP-EFS73 da $ 699/paio. È anche un design a tre vie, sebbene abbia tre woofer e un midrange da quattro pollici, con un tweeter montato all’interno del woofer. Come l’MS Tower, è alto e sottile (solo 0,4 pollici più largo dell’MS Tower), anche se penso che la finitura nera lucida e le linee pulite dell’MS Tower diano un aspetto più elegante. L’SP-EFS73 è uno degli ultimi diffusori progettati da Andrew Jones per Pioneer prima di partire per unirsi a Elac. Sfortunatamente, l’ho sentito solo in occasione di fiere e quindi non posso commentare in modo approfondito sulla sua qualità del suono.

Naturalmente, ci sono molti buoni altoparlanti a torre non Atmos che puoi acquistare per circa $ 1.000 al paio, il che probabilmente potrebbe farti risparmiare abbastanza soldi per permetterti altoparlanti da soffitto o moduli abilitati Atmos se desideri Atmos. Gli esempi che ho esaminato includono Elac Uni-Fi UF5 e SVS Prime Tower. Entrambi suonano più robusti ed equilibrati rispetto all’MS Tower, entrambi si fondono più facilmente con un subwoofer ed entrambi ti danno la possibilità di ottenere un suono completo senza un subwoofer.

Conclusione
La serie Media di NHT è un modo compatto e di bell’aspetto per ottenere Atmos senza ricorrere a diffusori di grandi dimensioni, moduli aggiuntivi o diffusori da soffitto. Ha una gamma media pulita e suona forte per le sue dimensioni. Trovo che la sua risposta sugli alti sia un po’ calda, ma poiché il suono è altrimenti fluido, un ricevitore con equalizzatore automatico o controlli di tono potrebbe domarlo. Non lo amo come altoparlante solo per la musica; ma, per una piccola sala multimediale o un soggiorno in cui lo stile è importante quanto il suono e in cui l’attenzione è concentrata su film e musica, penso che sia un’ottima scelta.

Fonte di registrazione: hometheaterreview.com

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More